Pinocchio, il Gatto, la Volpe: la favola continua a Pieve a Nievole.

pieve 99Nei due anni di presenza in consiglio comunale il M5S di Pieve a Nievole ha potuto rilevare l’atteggiamento della sindaco Gilda Diolaiuti nei confronti dei cittadini; blanda attenzione e nessuna chiarezza. Una totale chiusura al dialogo e a qualsiasi modalità di collaborazione. Chiusura portata avanti a discapito della autorevolezza necessaria al ruolo occupato, quello di Sindaco, con cadute di stile assai frequenti.

L’ultimo atto, che supera tutti gli altri, è la vaga risposta data ad un cittadino particolare, ossia al parroco. Don Alberto ha chiesto di rendere dignitoso il percorso tra la chiesa e il camposanto, spesso in disordine per i cassonetti maleodoranti, le scritte oscene sui muri e altre situazioni indecorose. La sindaco ha scelto di rispondere addirittura con un comunicato stampa, nel quale ha negato che il parroco le avesse parlato già più volte di tale situazione. Quindi per affermare che il prete mentisse a tal proposito. Come M5S pensiamo che l’arroganza istituzionale sia sempre inadeguata, in questo caso addirittura risibile. Chi dei due sia Pinocchio lo lasciamo immaginare.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Pieve a Nievole

Raddoppio Ferroviario: Sindaca Diolaiuti, ci è o ci fa?

13942663_10206984662041911_801829267_nRaddoppio ferroviario “a raso” o in sopraelevata? Questo è il dibattito che si stà svolgendo appassionatamente in città che registra però una assenza importante, quella dell’amministrazione comunale.

Dopo il comunicato stampa della Sindaca Diolaiuti dove si sanciva un suo clamoroso cambio di opinione sulla questione, supportata dal PD pievarino, assente sino ad allora nel dibattito, tutto si è fermato. Di nuovo.

In molti a Pieve a Nievole si domandano il perché di questa svolta della Sindaca, se si tratta di una tardiva presa di coscienza consapevole o se si tratta di una mossa politica per riacquistare parte del consenso cittadino perso ultimamente.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Pieve a Nievole

La sicurezza non è un optional: il M5S Buggiano richiama alla corretta manutenzione dei siti pericolosi.

13957425_1088341601245141_451764824_nMolti cittadini lamentano la mancanza di sicurezza, l’abbandono e il degrado del territorio. Diverse zone di Buggiano presentano situazioni di evidente pericolo per pedoni e veicoli, e appaiono protette e segnalate in modo non adeguato. In alcuni casi le protezioni sono blande e improvvisate. Realizzate con supporti posticci, come rami raccolti per strada, e con fettucce in molti casi scolorite e lacere. Le protezioni e segnalazioni così ridotte non sono più efficaci allo scopo e sono al limite del ridicolo. Il M5S propone una mozione per intervenire sui controlli e la manutenzione della messa in sicurezza dei luoghi pericolosi, che molto spesso rimangono a lungo irrisolti. Si noti bene: siamo arrivati al punto di non pretendere neanche più l’esecutività delle opere, ma a raccomandarsi che siano almeno messe in sicurezza a tutela del cittadino. Con questa mozione il M5S porta all’attenzione alcuni punti segnalati dai cittadini, come l’ammasso di detriti e pietre pericolose insistenti su via Santa Maria incrocio semaforo, ormai lasciati lì da troppo tempo, segno anche di degrado, creando un’idea forse sbagliata del paese.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Buggiano

Unione Valdinievole/Garfagnana: democrazia al collasso e costi indefiniti.

logo-unione-definitivoOggi, a mezzogiorno, quando difficilmente i cittadini potranno partecipare, la maggioranza PD approverà da sola lo Statuto dell’Unione dei Comuni della Valdinievole che, nella seduta precedente, hanno dimostrato di non conoscere nemmeno, umiliando lo stesso ruolo che ricoprono e l’istituzione del Consiglio Comunale.

Con l’Unione costruita a porte chiuse dai Sindaci, senza un mandato elettorale su tale questione di grande importanza per il futuro politico ed amministrativo della nostra Valdinievole, i Consigli Comunali verranno svuotati di gran parte dei propri compiti dove siedono persone che hanno ricevuto il voto diretto dei cittadini. Il Consiglio dell’Unione, formato da soli nominati dai partiti, la Giunta ed il Presidente dell’Unione avranno poteri potenzialmente illimitati e per questo pronti ad accaparrarsi anche tutte le funzioni comunali, senza preoccuparsi del voto dei cittadini o dei Consigli Comunali ridotti a specchi per le allodole.

Un cambiamento utile solo a chi amministra per far sì, in maniera gattopardesca, che tutto cambi perché tutto rimanga uguale. Un’operazione con gravi conseguenze per la cittadinanza, preparata da una “banda” di Sindaci convinti di essere dei podestà. Con questa Unione verrà meno il senso stesso delle elezioni amministrative, ridotte a parvenza di pseudo-legittimità per una casta di burocrati autoreferenziati.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Monsummano

Buggiano al bivio: Unione o Fusione? M5S invita i cittadini ad informarsi e l’amministrazione a fare il bene del paese.

successo-vergognaIn più occasioni il sindaco Taddei si è dichiarato favorevole ad una possibile fusione di alcuni comuni della Valdinievole; anche durante l’incontro pubblico sul tema tenuto a Bellavista, ha espresso la sua linea comprendendo i vantaggi economici e le prospettive per una migliore gestione del territorio e dei servizi. Le ultime dinamiche politiche propongono però un panorama ben diverso, tutto proiettato verso l’Unione dei comuni. Infatti in tutti i consigli comunali sta piombando come un fulmine a ciel sereno, lo statuto dell’Unione dei Comuni per l’approvazione, senza che i cittadini ne sappiano niente. Si sappia che l’Unione e la Fusione sono due cose ben diverse. Ambedue si porrebbero l’obbiettivo di ridurre i costi dei servizi soprattutto avendo maggior peso nelle contrattazioni, anziché agire per singoli comuni. L’Unione però va a creare un altro ente di 2° livello, come l’attuale provincia, quindi un apparato in più composto da tutti i sindaci e da alcuni consiglieri, con relative cariche e costi, struttura non elettiva e calata dall’alto senza un vero processo democratico e condiviso col popolo.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Buggiano

Presidente Vanni, la politica del pressapochismo aumenta le tasse e taglia i servizi.

13935074_1651973858463576_1263312042585262812_nTarantelle e tarantolati. Non c’è più serietà Via giù politici, un po’ di contegno. In fondo, rappresentate delle istituzioni.

Prima la bellissima, osannatissima, pressappochissima Riforma del ministro Delrio che fa le pentole ma non i coperchi, toglie le province per finta lasciando il territorio senza soldi ma con un mucchio di spese da fare: le strade come la Camporcioni, le scuole e i banchi elemosinati, i riscaldamenti che l’inverno è vicino, la neve che sulla collina andrà spalata e chi più ne ha più ne metta. Come se il buco da 8 milioni di euro della provincia non bastasse. Tanto ora con il nuovo decreto enti locali tolgono soldi ai comuni e li rimettono nelle province. La coperta è sempre quella e sempre corta.
Però la copertina l’hanno già allungata un po’ alla chetichella: il nostro caro e serio Presidente ha deciso di aumentare le assicurazioni auto per pagare i cartelli dei 40km/h sulla Camporcioni. Bella mossa!

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Monsummano

M5S Lamporecchio: “Passa l’Unione dei Comuni, ma senza dibattito”.

consiglio-15-01-2015-470x260Nell’ultimo Consiglio Comunale di Lamporecchio, è stato approvato, con l’unica opposizione dei consiglieri del M5S, lo Statuto sull’Unione dei Comuni della Valdinievole, atto preliminare della futura Unione, con a seguito una breve spiegazione sulla costituzione dell’organico di questo nuovo ente.

Possiamo chiaramente affermare che stiamo parlando a tutti gli effetti di un nuovo Ente, composto da un Presidente, una Giunta e un Consiglio, più tutte le strutture ed il personale necessario per gestire le funzioni che gli saranno affidate, che ancora non sono chiare.

Mentre la Regione affonda per la necessità di una razionalizzazione della spesa pubblica e nell’urgenza di migliorare i servizi erogati ai cittadini, la risposta che viene data è creare nuove cariche ma soprattutto nuova confusione.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Lamporecchio-Larciano

Unione dei Comuni: prima delle Terme, Bellandi svende il voto dei Cittadini.

svendita-1-e1391175110288Con una votazione contestata, il Consiglio Comunale ha approvato lo statuto dell’Unione dei Comuni della Valdinievole.

Il Portavoce del M5S Berti ha chiesto immediatamente il rinvio della votazione perchè si avviasse un percorso partecipato con i cittadini, la maggioranza ha votato NO giustificando il proprio operato dicendo che il percorso partecipato non è importante e che nell’incontro con i cittadini non ne hanno parlato perchè i cittadini non hanno chiesto.

Ci hanno detto che era nel loro programma elettorale, mentendo spudoratamente, visto che non ve ne è traccia ne diretta ne indiretta.
Ne hanno già parlato all’interno del PD ed alla festa dell’unità, insomma, chi ha la tessera del PD è stato informato ampiamente, gli altri non contano.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Montecatini

Monsummano, maggioranza in difficoltà su Unione dei Comuni per contenuti e numero legale.

image (5)Nel Consiglio comunale di mercoledì 27 luglio è saltata l’approvazione dello Statuto del nuovo carrozzone chiamato “Unione dei Comuni della Valdinievole”. Entro un mese dovrà essere ripresentato all’ordine del giorno in seconda convocazione per mancanza del numero legale, visto che le Opposizioni hanno rifiutato di partecipare al voto non riconoscendo come democratico il percorso di formazione dello stesso Statuto, privo di qualsiasi forma di dibattito e confronto. È stata bocciata la mozione delle Opposizioni che proponeva di rinviare l’approvazione al fine di consentire lo svolgimento di un percorso partecipativo, anche in virtù del fatto che nessun programma elettorale prevedeva tale ipotesi di Unione.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Monsummano

Barriere architettoniche, in attesa di un “grande” progetto, M5S Buggiano chiede piccole soluzioni immediate!

barriere-architettonicheBarriere architettoniche, in attesa di un “grande” progetto…Il M5S chiede piccole soluzioni immediate! Da sempre Buggiano non è un paese a misura di disabile, ancora oggi nel 2016. In questo comune le soluzioni per ovviare alle difficoltà riscontrate quotidianamente da cittadini disabili e con difficoltà motorie, non sono mai state affrontate concretamente e mai state attuate. Si parla da tempo di uno studio ricognitivo che prevede la mappatura e il censimento delle problematiche inerenti le barriere architettoniche. Di questo studio i cittadini non conoscono niente e non sanno se effettivamente sia iniziato. Gli stessi cittadini si domandano quanto tempo occorra a questo studio. Ed inoltre: quanto tempo, tra scartoffie e burocrazia, ci vorrà per vagliare lo studio, partorire un progetto concreto e poi realizzarlo? Ci vorranno sicuramente anni. Il progetto previsto avrà necessariamente bisogno di lungo respiro, e i tempi lunghi contrastano con le esigenze di quei soggetti che vorrebbero soluzioni immediate e per i quali una settimana diventa lunga un secolo.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Buggiano