Nuovo mercato dei Fiori di Pescia: così la Regione ci lascia il fardello.

14440612_1113107345464186_5509614272558581398_nIl passaggio di proprietà del Nuovo Mercato dei fiori rappresenta un affare solo per la Regione Toscana e per il sindaco di Pescia, una disgrazia per la nostra città dato che si tratta di un salto nel buio per le già dissestate casse comunali. Abbiamo sotto gli occhi le esperienze passate del Comicent e Mefit, il primo fallito, il secondo incapace di generare reddito per sostenere le ordinarie spese di gestione, figuriamoci le future spese di manutenzione e ammodernamento dell’immobile. Quello che appare è solo la smodata volontà di un sindaco che prende ordini dai capi fiorentini che da tempo hanno abbandonato la floricoltura pesciatina per puntare su altri lidi.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Valdinievole

Sanità, nuovo referendum per abrogare il 34 bis e nuova raccolta firme. Questo fine settimana il banchino del M5S a BUGGIANO.

760ef78a6f0bc894c4fd5ecb9e2f4354_xlSanità, nuovo referendum per abrogare il 34 bis e nuova raccolta firme. Questo fine settimana il banchino del M5S a BUGGIANO.

Un nuovo referendum sulla riforma della sanità toscana per abrogare l’articolo 34 bis che prevede una sperimentazione che “apre le porte alla privatizzazione dei servizi sanitari”. Il comitato referendario ha informato i cittadini anche con l’aiuto ed il supporto del M5s in Regione. Sono stati distribuiti i moduli per la raccolta delle 40 mila firme necessarie.

Anche a Buggiano gli attivisti, con il consigliere Simone Giovannini del Movimento 5 stelle, hanno organizzato il banchino per dar modo ai cittadini di sostenere questa battaglia in difesa della Sanità pubblica e dei loro diritti e contro i tagli che porta avanti il governo. Sabato piazza del Popolo dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e domenica in piazza Coluccio Salutati dalle ore 9.00 alle ore 12,30; potranno firmare tutti i residenti di Buggiano.

Il Comitato e tutti i sostenitori della causa, individuano nella riforma sanitaria un articolo gravissimo che permetterebbe alle Asl di scegliersi un privato al quale cedere attività sanitarie attraverso una convenzione. Questa prerogativa non è contemplata dalle leggi nazionali, ed è stata inserita, per la prima volta, nella normativa toscana. C’è da chiedersi perché la Toscana abbia fatto questa scelta e quali interessi nasconda.

Si vuole sicuramente procedere verso una ulteriore privatizzazione del sistema sanitario e per questo il M5S continuerà ad appoggiare il comitato per il referendum abrogativo.

Share Button
Pubblicato in Buggiano

Buonascuola: a chi tocca e a chi no! Intervento M5S Monsummano Terme

Close-up of woman's hand putting coins into piggy bank

La buonascuola, a chi tocca e a chi no.

Purtroppo ci tocca ancora una volta assistere ad un’altra grande prova di (in)capacità nel gestire i soldi pubblici e i servizi di assistenza ai bambini e alle famiglie bisognose.
Perché i soldi che il comune ha stanziato per gli esoneri al pagamento dei servizi scolastici non bastano, e non basteranno neanche gli slogan o la nuova scuola.
Mancano solo 9000 euro a poter soddisfare tutte le richieste lecite di famiglie in difficoltà, eppure, l’audace amministrazione, che trova soldi per premi ai dipendenti o piazze mirabolanti, non ha voluto o potuto rovistare tra le pieghe del bilancio per i cittadini.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Monsummano

M5S Monsummano: una firma per la sanità.

3f8793962fb9d2523929a4ce4de28b6f-600x300Il Movimento 5 Stelle di Monsummano sta raccogliendo le firme per un nuovo referendum a favore della Sanità pubblica in Toscana e contro la totale privatizzazione del servizio.

Dopo un gioco delle tre carte legislativo spettacolare del Presidente Rossi e la sua maggioranza “democratica” che ha azzerato all’ultimo minuto il precedente Referendum che avevamo promosso, il Movimento 5 stelle e le altre forze che hanno a cuore la Sanità pubblica ci riprovano, perchè è importante non distruggere quello che è stato costruito da chi ci ha preceduto
Vogliamo farvi conoscere e scegliere il futuro dei Servizio Sanitario Regionale, degli ospedali e degli ambulatori e di tutti gli altri servizi che rischiano di essere privatizzati con una “sperimentazione” che vuole cedere tutto in blocco al privato, a beneficio di studi privati e compagnie assicurative. Senza contare che il servizio viene già pagato con le vostre sudate tasse.
Forza cittadini monsummanesi, appena avete 5 minuti liberi, andate all’Ufficio Relazioni con il Pubblico URP del Comune in piazza IV Novembre e firmate per poter scegliere il futuro della Sanità in Toscana. C’è poco tempo, la raccolta firme termina il 31 ottobre.
Chi volesse informarsi può scriverci all’indirizzo attivisti@monsummano5stelle.it o visitare la pagina Facebook del comitato promotore
https://www.facebook.com/groups/crest.toscana/

Share Button
Pubblicato in Monsummano

Pieve a Nievole: fantasmi negli uffici comunali?

ffdfdContinua la nostra battaglia contro un potere sordo e indifferente e in questa occasione ci chiediamo se l’incapacità di alcuni uffici comunali sia frutto d’incompetenza oppure di una certa politica, che li frena quando i provvedimenti riguardano le “clientele” del partito di maggioranza. E’ in quel caso infatti, che alcuni dirigenti sembrano diventare fantasmi e non si riesce più a strappargli una parola chiara, un atto concreto.

In tante occasioni grazie alle proteste e alle indicazioni di vari cittadini abbiamo portato alla luce problemi, che l’amministrazione teneva nascosti come la drammatica situazione della discarica del Bottaccino, il rischio dell’apertura di una gigantesca sala slot in una zona sensibile, e altre.

Forse però la cosa più grave è che a Pieve a Nievole si possano fare cose senza chiedere o attendere i permessi previsti dalla legge e dai regolamenti comunali; come nel caso dell’abbattimento del parco dell’Unopiù e come annaffiare un campo sportivo e alcuni limitrofi orti privati per tutta l’estate con l’acqua potabile, prendendola anche da una fontanella comunale.

Questo avviene in via Cantarelle nel cosiddetto “SpazioFesta”, tra lo stupore dei frequentatori, che pur richiamando il custode addetto al campo ad un uso più attento dell’acqua potabile, tuttavia sono rimasti inascoltati. Abbiamo comunicato quest’ultimo fatto al dirigente preposto già due mesi fa, all’inizio del periodo di siccità che quest’estate ha prosciugato tutti i nostri corsi d’acqua ma ad oggi non è stato preso alcun provvedimento. L’incaricato risponde allegramente, da mesi ormai, che “ci sta lavorando”!

Come Movimento 5 Stelle pretendiamo risposte chiare dal Comune; tutto questo permettere agli “amici” di “andare in deroga” (che significa “fai un po’ come ti pare”) è ormai al limite dell’assurdo. Ci domandiamo se gli uffici comunali, che a volte diventano un muro di gomma, siano liberi di svolgere i loro compiti secondo le norme; oppure devono adeguarsi e sottostare a quanto già deciso dalla politica? Fatto sta che certe cose nessuno le controlla mai; ma allora cosa paghiamo a fare le tasse comunali, e chi pensa ai diritti, alla salute e tranquillità dei cittadini? E il Segretario Comunale, garante del funzionamento regolare degli uffici, perché nemmeno lui ci risponde?

La nostra posizione sugli uffici comunali e’ forte e chiara; devono essere trasparenti. Ci teniamo a precisare che le nostre azioni sono al 50% richieste dai cittadini e al 50% frutto di impegno giornaliero per la tutela dei diritti di chi ci ha votato, quindi anche per controllare ciò che questa amministrazione nasconde o “deroga”.

Per ogni richiesta abbiamo diritto a una risposta precisa, firmata e seguita da provvedimenti concreti e responsabili!

Share Button
Pubblicato in Pieve a Nievole

M5S Valdinievole in piazza: No alla Riforma Costituzionale; corteo venerdi ore 21 a Pistoia.

1185568_200594693446172_845233491_nIl Movimento 5 Stelle della Valdinievole scende in piazza per dire NO alla riforma costituzionale Renzi-Boschi-Verdini: è stato organizzato per venerdì 9 Settembre un corteo a Pistoia dove convergeranno tutti i gruppi provinciali; presenti alla serata la portavoce al Senato della Repubblica Laura Bottici e la portavoce al Parlamento Europeo Laura Agea.
Quest’anno saremo chiamati a votare al referendum per confermare o meno le modifiche alla nostra carta costituzionale, modifiche che andranno ad intaccarla e deformarla in maniera profonda e contraria ai principi sui quali si sono basati i padri fondatori della Repubblica Italiana. Per questo motivo il Movimento 5 Stelle scende in piazza per sostenere le ragioni del no.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Valdinievole

M5S Pieve a Nievole: impegno, onestà e trasparenza.

800px-Sansepolcro_roofs_with_church_steepleNei confronti del M5S l’amministrazione comunale di Pieve a Nievole mantiene la totale chiusura su ogni tema. Gli argomenti vengono scodellati in Consiglio Comunale con le decisioni già prese, ignorando condivisione e dibattito.

La sindaco Diolaiuti e il vicesindaco Parrillo hanno più volte affermato che per loro “democrazia” significa che chi ha preso più voti fa le scelte e gli altri le devono accettare senza nemmeno criticare troppo. E non solo; alle critiche viene spesso risposto con offese. Come a febbraio, quando in un comunicato pubblicato sul sito del Comune (dopo che avevamo contestato l’affidamento alla Provincia di alcune procedure per gli appalti) ci è stato dato testualmente degli ignoranti, goffi e incapaci. Chi ha scritto quelle parole, la Giunta o la segreteria del PD? Quanto è grave usare il sito del Comune per pubblicare offese sui consiglieri di opposizione? Da sette mesi ribadiamo la richiesta di sapere chi sia l’autore di quel comunicato offensivo e chi lo abbia materialmente pubblicato sul sito web del Comune; solo questa settimana ci è stato risposto, con una lettera in cui i nomi non ci sono; solo i soliti giri di parole.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Pieve a Nievole

Piano urbanistico Buggiano: necessario un progressivo Stop al Consumo del Suolo. M5S interroga l’amministrazione.

consumo-di-suolo1Il grave stato del territorio italiano e i livelli insostenibili di consumo di suolo – in Valdinievole questi problemi presentano un profilo decisamente preoccupante per politiche urbanistiche scellerate – rendono urgente il passaggio dalla denuncia alla costruzione di un’ “altra urbanistica”, della quale abbiamo per fortuna alcune manifestazioni in piccole/medie realtà comunali, con l’approvazione di programmi urbanistici a “crescita zero” o con varianti drastiche che hanno ridimensionato le possibilità edificatorie espansive.

Restano sorde le grandi metropoli. Restano indifferenti le amministrazioni della Valdinievole! E’ però certo un fatto importante che oggi i nuovi assessori all’urbanistica di Roma e di Torino si chiamino Paolo Berdini e Guido Montanari, entrambi tra i primi firmatari del manifesto fondativo del Movimento Stop al Consumo di Territorio e tra i principali ispiratori delle attività del Forum Salviamo il Paesaggio.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Buggiano

Pinocchio, il Gatto, la Volpe: la favola continua a Pieve a Nievole.

pieve 99Nei due anni di presenza in consiglio comunale il M5S di Pieve a Nievole ha potuto rilevare l’atteggiamento della sindaco Gilda Diolaiuti nei confronti dei cittadini; blanda attenzione e nessuna chiarezza. Una totale chiusura al dialogo e a qualsiasi modalità di collaborazione. Chiusura portata avanti a discapito della autorevolezza necessaria al ruolo occupato, quello di Sindaco, con cadute di stile assai frequenti.

L’ultimo atto, che supera tutti gli altri, è la vaga risposta data ad un cittadino particolare, ossia al parroco. Don Alberto ha chiesto di rendere dignitoso il percorso tra la chiesa e il camposanto, spesso in disordine per i cassonetti maleodoranti, le scritte oscene sui muri e altre situazioni indecorose. La sindaco ha scelto di rispondere addirittura con un comunicato stampa, nel quale ha negato che il parroco le avesse parlato già più volte di tale situazione. Quindi per affermare che il prete mentisse a tal proposito. Come M5S pensiamo che l’arroganza istituzionale sia sempre inadeguata, in questo caso addirittura risibile. Chi dei due sia Pinocchio lo lasciamo immaginare.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Pieve a Nievole

Raddoppio Ferroviario: Sindaca Diolaiuti, ci è o ci fa?

13942663_10206984662041911_801829267_nRaddoppio ferroviario “a raso” o in sopraelevata? Questo è il dibattito che si stà svolgendo appassionatamente in città che registra però una assenza importante, quella dell’amministrazione comunale.

Dopo il comunicato stampa della Sindaca Diolaiuti dove si sanciva un suo clamoroso cambio di opinione sulla questione, supportata dal PD pievarino, assente sino ad allora nel dibattito, tutto si è fermato. Di nuovo.

In molti a Pieve a Nievole si domandano il perché di questa svolta della Sindaca, se si tratta di una tardiva presa di coscienza consapevole o se si tratta di una mossa politica per riacquistare parte del consenso cittadino perso ultimamente.

Leggi altro ›

Share Button
Pubblicato in Pieve a Nievole