Eternit ex-Concorde: gli Attivisti 5 stelle chiedono maggior chiarezza.

imageGli attivisti del MoVimento 5 Stelle di Chiesina Uzzanese già da tempo si sono attivati per informarsi e documentarsi riguardo l’edificio dell’ex Concorde, ormai fatiscente e pericoloso. Intanto in paese si è formato un comitato di cittadini, “Chiesanuova Sicura”, che raccoglie le istanze e rileva problematiche riguardanti la sicurezza. Il suddetto comitato ha sollevato la questione Concorde, chiamando in causa l’amministrazione e mettendo in evidenza soprattutto la pericolosità delle coperture in eternit ed il degrado di tutto l’edificio. Il sindaco con una risposta a mezzo stampa, a dir poco frettolosa, prima nega la presenza di eternit all’ex Concorde per poi contraddirsi subito e dichiarare che l’ASL certifica il buono stato delle coperture in eternit. Il sindaco Borgioli, che non si è mai interessato alla questione fino ad ora, conclude dichiarando che non sussistono problemi di salute ed ambientali. A questo punto il comitato ed il M5S si sono uniti per approfondire la faccenda e si sono accertati della condizione del tetto che in effetti presenta numerose spaccature e lastre sfaldate. Alla luce di tutto questo, il Movimento 5 Stelle ritiene la questione grave e poco chiara per cui ha presentato in comune la richiesta della certificazione ASL di cui parla il sindaco e inoltre chiede all’amministrazione di avviare le procedure affinché l’edificio venga messo in sicurezza da chi di dovere. Dopo anni di disinteresse e abbandono, i cittadini attendono soluzioni e risposte finalmente chiare e concrete.

 

Attivisti Movimento 5 Stelle Chiesina Uzzanese

Share Button